ECONOMIA

L’Impero del Sol Levante

Nel corso del 2013 il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe ha annunciato una nuova politica economica, volta a rilanciare la crescita e a uscire dalla deflazione. La terza economia mondiale è al centro di un esperimento monetario mai tentato fino ad ora. Sul suo successo non mancano i dubbi.

di Andrea Noè - 12 marzo 2014
F

Ue: progressiva ripresa, ma troppo timida

La settimana scorsa è stata carica di dati economici positivi per quanto riguarda la zona euro e gli Stati Uniti. La crescita potrebbe stupire positivamente negli Usa nel 2014, ma per quanto riguarda l'Europa rimangono dei punti di grande incertezza.

di Matilde Cattaneo - 5 marzo 2014
F

La follia francese di impedire la delocalizzazione

Siccome non arrivano investimenti dall’estero e le imprese francesi stanno lasciando la Francia verso mete più “competitive” ed economicamente libere, tanto che solo nell’ultimo anno più di 900 attività hanno fatto i bagagli e se ne sono andate, per evitare un’impennata di disoccupati il Governo di Parigi ha impedito con un decreto legge la delocalizzazione delle imprese dal territorio francese.

di Mattia Poletti - 27 febbraio 2014
F

Continua il buon momento dei paesi periferici dell'area euro

I titoli di stato di Italia, Spagna e Portogallo hanno visto nelle ultime settimane abbondanti flussi di acquisto e i rendimenti sono di conseguenza scesi notevolmente. La liquidità continua a essere abbondante, la Fed, nonostante il tapering, immette sui mercati 65 miliardi di dollari al mese, la Boj (la banca centrale giapponese) ha annunciato un'ulteriore allentamento della politica monetaria già ultraespansiva e la Bce, pur tentennando, non esclude ulteriori manovre espansive.

di Laura Gabaglio - 26 febbraio 2014
F

Il vecchio e caro yo-yo: i mercati invertono la marcia?

I dati relativi al Prodotto Interno Lordo per i principali Paesi dell’Eurozona sono risultati in crescita nell’ultimo trimestre. Sopra le attese in Germania (+0,4%) e Francia (+0,3%), in linea l’Italia (+0,1%). Prosegue quindi il miglioramento congiunturale dell’area, anche se i numeri testimoniano una fragilità di fondo che deve essere sostenuta da una politica monetaria adeguata da parte della BCE.

di Andrea Noè - 19 febbraio 2014
F

I mercati ci vogliono credere

La settimana scorsa è stata carica di pubblicazioni economiche, ma i 2 appuntamenti più importanti sono stati la riunione della Banca Centrale Europea e la pubblicazione della disoccupazione negli Stati Uniti venerdì 7 febbraio.

di Matilde Cattaneo - 12 febbraio 2014
F

Bce e quantitative easing

La Fed riduce ulteriormente il quantitative easing, si è mostrata quindi più attenta alle problematiche interne (l'economia americana è in fase di miglioramento) che a quelle esterne (i problemi dei Paesi emergenti alle prese con il deflusso di capitali). La Bce si riunisce questa settimana: più la Fed riduce il Qe più è probabile che la Bce debba allentare ulteriormente la politica monetaria.

di Laura Gabaglio - 5 febbraio 2014
F

Cronache (nerissime) dalla futura Italia “Made in Beppe Grillo”

Comico, blogger, tuttologo, creatore e leader di un movimento politico nato dal popolo e con il popolo. Così, in estrema sintesi, si potrebbe descrivere Beppe Grillo. Per alcuni potremmo anche aggiungere un “Unico uomo capace di salvare l’Italia, anzi, il Mondo, dalla crisi economica”.

di Mattia Poletti - 4 febbraio 2014
F

Avversione al rischio

La settimana scorsa è stata caratterizzata da un ritorno dell'avversione al rischio. Hanno sofferto i mercati dei paesi emergenti e in parte anche i titoli dei paesi periferici dell'euro zona. Interessante vedere come si comporterà la FED che si riunirà il 28 e il 29 gennaio. Si farà condizionare dalle turbolenze dei mercati emergenti e non annuncerà un'ulteriore riduzione degli acquisti di titoli o sarà più sensibile ai buoni dati interni?

di Laura Gabaglio - 29 gennaio 2014
F

Mercati europei: la resa dei conti

Continua il momento positivo per l’azionario europeo, ma quest’anno saranno i risultati a dettare la direzione. La presenza (o l’assenza) di crescita economica detterà l'andamento dei mercati, una sorta di mezzogiorno di fuoco attende i mercati europei.

di Andrea Noè - 22 gennaio 2014
F

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 »