FISCO E SOCIETÀ

Box auto: detrazione salva anche senza bonifico "parlante"

Con la circolare n. 43/E del 18 novembre 2016 l’Agenzia delle Entrate ha fornito un rilevante chiarimento a favore dei contribuenti che si trovano ad acquistare un box auto da adibire a pertinenza dell’abitazione principale. L’Amministrazione finanziaria, infatti, ha riconosciuto l’ammissibilità del beneficio fiscale anche in assenza di uno dei requisiti fondamentali per godere del c.d. bonus ristrutturazioni, vale a dire il bonifico “parlante”.

di Valerio Stroppa - 1 dicembre 2016
F

Reverse charge, guida alle sanzioni per le violazioni IVA

Una guida per i commercialisti sul trattamento sanzionatorio delle violazioni Iva in regime di inversione contabile. Lo ha messo a punto la Fondazione nazionale dei commercialisti, in un documento a cura di Viviana Capozzi e Martina Manfredonia, che fa il punto sulle novità normative e sulle ragioni che hanno determinato l’intervento riformatore.Nel dettaglio, la riforma delle sanzioni amministrative tributarie è contenuta nel D.Lgs n. 158 del 2015.

di Gabriele Ventura - 30 novembre 2016
F

La comunicazione della liquidazione iva: forse titolo per la riscossione, sicuramente non per il riconoscimento del credito

Il decreto 193, oggi in corso di conversione senza modifiche significative relativamente l’adempimento in esame, introduce una nuova comunicazione periodica finalizzata a ridurre l’evasione da “riscossione”. Va infatti precisato che tale norma NON è a tutela dell’evasione, ma della riscossione: prevede, infatti, che i contribuenti trasmettano trimestralmente “i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche”, anche nei casi di eccedenze a credito. L’Amministrazione procederà ad una verifica di coerenza tra dati trasmessi contenuti nelle comunicazioni e le comunicazioni stesse, nonché con i precedenti versamenti. Se dai controlli emergessero differenze il contribuente verrà informato e potrà porvi rimedio, anche con il sistema del ravvedimento operoso. Tale adempimento è corredato di una sanzione propria, mitigata in fase di conversione.

di Tania Stefanutto - 29 novembre 2016
F

Società cooperative di piccola dimensione con bilancio semplificato

Bilancio semplificato per le società cooperative di piccola dimensione. Gli schemi di stato patrimoniale e conto economico ricalcano quelli previsto per il bilancio in forma abbreviata, esonero dalla redazione del rendiconto finanziario, della nota integrativa e della relazione sulla gestione.Sono alcune delle novità introdotte dal dlgs 18 agosto 2015, n. 139, che ha recepito le nuove direttive europee in materia di conti annuali e consolidati.

di Gabriele Ventura - 29 novembre 2016
F

La responsabilità degli amministratori verso la società

Una regolamentazione di settore sempre più dettagliata e i maggiori rischi dell’ attività aziendale ripropongono con sempre maggiore insistenza il tema della responsabilità degli amministratori delle società di capitali. Vogliamo inquadrare brevemente l’argomento in una breve guida ad uso di imprenditori e professionisti.

di Andrea Arrigo Panato - 28 novembre 2016
F

Imprese, carico fiscale tra i più elevati d'Europa

Resta alto il carico fiscale per le imprese italiane. Ma è in diminuzione. È quanto emerge dall’ultima edizione di “Paying Taxes 2017”, il rapporto di Banca Mondiale e PwC che rileva e analizza i costi per imposte e tasse in capo alle aziende e il connesso carico amministrativo per versamenti d’imposta e i diversi adempimenti fiscali così come registrati nel corso del 2015.

di Gabriele Ventura - 25 novembre 2016
F

I rischi della demagogia fiscale e il ruolo di tutela dell’interesse pubblico dei professionisti

Il decreto 193, oggi parzialmente emendato, ottiene a qualunque costo questo obiettivo: dichiarare lotta all’evasione con la cassa immediata da sanzioni. Nel concreto come funzione questa operazione: la lotta all’evasione prevede strumenti preventivi per impedirla (che di fatto sono già presenti nel sistema attuale), ma che sono oggi sono privi di sanzioni proprie significative. Ecco perché spezzettare l’adempimento in 8 sotto adempimenti, decisamente più gravosi dal punto di vista del contenuto e significativamente più sanzionati. Il paradosso è che tali adempimenti non saranno un presidio di legalità che sia in grado di prevenire l’omissione della fatturazione né tanto meno la sottofatturazione, le frodi carosello sono già presidiate dallo spesometro attuale, quindi l’obiettivo è tendere una sottile trappola, dal costo sociale diretto oggi mitigato (solo 2 euro ad errore) ma dal costo mediato elevatissimo.

di Tania Stefanutto - 23 novembre 2016
F

Industria 4.0: i principali interventi nel ddl di bilancio 2017

Il 21 settembre scorso, a Milano, è stato presentato dal Governo il Piano Nazionale Industria 4.0. Tale piano è volto a favorire la “quarta rivoluzione industriale”, ossia l'utilizzo di digitalizzazione e robotica nelle imprese, tramite macchine interconnesse tra loro e connesse ad Internet al fine di migliorare flessibilità, produttività e competitività del sistema produttivo italiano. Un primo pacchetto di interventi nell'ambito del Piano Industria 4.0 è contenuto nel Disegno di Legge di Bilancio 2017. Tra questi vi sono: - proroga del super-ammortamento; - introduzione dell'iper-ammortamento; - proroga e potenziamento del credito d'imposta per le attività di ricerca e sviluppo; - proroga della Sabatini-ter; - estensione e rafforzamento delle agevolazioni per investimenti in start-up e PMI innovative. Di seguito si riportano in sintesi le suddette novità, che diverranno operative se il testo del DDL di Bilancio verrà approvato in via definitiva nella sua attuale formulazione.

di Angelo Luca Ottaviano - 23 novembre 2016
F

Dichiarazioni IVA 2016: nuove lettere di compliance dal Fisco

Il Fisco torna a scrivere alle partite IVA, chiedendo loro di riesaminare i propri comportamenti fiscali prima che sorgano possibili contestazioni. Stavolta i destinatari degli invii sono ditte individuali, lavoratori autonomi e società che non hanno presentato la dichiarazione IVA/2016, relativa al periodo d’imposta 2015, o che hanno trasmesso il modello compilando solo il quadro VA.

di Valerio Stroppa - 23 novembre 2016
F

Commercialisti: attuare la riforma del terzo settore

Più certezza agli operatori e ai professionisti che operano a contatto con gli enti del terzo settore. È l’obiettivo di fondo delle proposte presentate dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili in seno alla riforma del terzo settore, che deve essere applicata tramite l’emanazione dei decreti attuativi. Si tratta, secondo il Cndcec, di “un’occasione irripetibile, una grande opportunità da non sprecare".

di Gabriele Ventura - 22 novembre 2016
F

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 »