IMPRESA

Paolo Martini, Azimut: “Libera Impresa, così sosteniamo start up e Pmi”.

Intervista al direttore commerciale del gruppo. Tra i progetti, investimenti nella piattaforma di crowdfunding Siamosoci e nel fondo di venture capital P101.

di Maurizio Di Lucchio - 13 dicembre 2013
F

Che fortuna, siamo in crisi!

Strategie per vincere la crisi grazie al Censimento generale dell’industria e dei servizi. Diventare una organizzazione dinamica, vincendo le resistenze organizzative al cambiamento, ridefinendo il collegamento tra la catena del valore e le performance aziendali.

di Andrea Arrigo Panato - 9 dicembre 2013
F

“Pmi: il miracolo italiano”. Intervista a Sergio Arzeni, direttore dell’Ocse

"Se il Paese non affonda è grazie a queste imprese. Il vero problema è che ce ne sono troppo poche e che non si fa abbastanza per farle crescere", sostiene Sergio Arzeni, direttore dell'Ocse, alla luce del rapporto sulle piccole e medie imprese italiane discusso a Parigi. Dai dati emerge che l’Italia è il Paese in cui le piccole imprese contribuiscono in proporzione molto elevata all’export.

di Giada Marangone - 4 dicembre 2013
F

Giovanni Folonari, H-Farm: “Ecco come presentare progetti di successo a un acceleratore di start up”

Il responsabile investimenti dell’incubatore che ha sede a Roncade (Treviso) spiega quali requisiti deve avere un progetto imprenditoriale per ottenere un finanziamento in un acceleratore e quali sono gli errori da non commettere.

di Ferdinando Cotugno - 3 dicembre 2013
F

Il crowdfunding: uno strumento innovativo per la raccolta di capitali

L’Italia è divenuto l’unico Paese nella Ue con una normativa sull’equity crowdfunding, seppur limitata alle sole start up innovative. Nei prossimi mesi vedremo nascere in Italia alcuni portali dedicati all’equity crowdfunding, ma soltanto dopo una rigorosa attività di monitoraggio e analisi del fenomeno potremo comprendere quanto questo mercato può svilupparsi nel medio-lungo periodo.

di Enrico Martini - 26 novembre 2013
F

Manager temporaneo o consulente: cosa conviene davvero alle imprese?

La collaborazione temporanea manageriale nasce come strumento per sostituire un manager impossibilitato a svolgere le proprie funzioni ma che rientrerà in servizio; obiettivo primario per l’azienda è quindi creare un rapporto di lavoro temporaneo che si possa interrompere con breve preavviso e senza criticità. Molte aziende vi associano un vantaggio economico e vedono positivamente le mancate aspettative di impiego permanente e relative criticità.

di Carlo Muzzarelli - 26 novembre 2013
F

Cosberg, il know how condiviso genera successo

Nel bergamasco, l'azienda dell'automazione indica una via per tutto il sistema. Il segreto è polarizzare l'attenzione sui beni immateriali, quelli che non vanno a bilancio ma che pure costituiscono il fulcro nascosto del successo di quest'azienda. Il comportamento conservatore di chi vorrebbe tutelare il suo patrimonio di competenze, arroccandosi nel fortino aziendale, non va giù e la conoscenza condivisa mette tutti in condizioni di fare le stesse cose.

di Maria Rosaria Iovinella - 20 novembre 2013
F

In arrivo contributi pubblici alle Pmi per investire sul digitale

Il Governo italiano con il disegno di legge collegato alla Legge Stabilità 2014 intende introdurre un sistema che attribuisce contributi a fondo perduto tramite voucher del valore fino a 10mila euro alle nostre Pmi per l'acquisto di software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell’efficienza aziendale, lo sviluppo di soluzioni di e-commerce, la connettività a banda larga e/o ultralarga.

di Enrico Martini - 12 novembre 2013
F

Avviso di convocazione assembleare nelle Srl: il punto delle Sezioni Unite della Cassazione

Con la sentenza n. 23218 del 14 ottobre 2013 le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione hanno risolto un contrasto di diritto in materia di convocazione assembleare di Srl: deve presumersi che l’assemblea dei soci sia validamente costituita ogni qual volta i relativi avvisi di convocazione siano stati spediti agli aventi diritto almeno otto giorni prima, ma tale presunzione può essere vinta nel caso in cui il destinatario dimostri che, per causa a lui non imputabile, egli non ha affatto ricevuto l’avviso di convocazione.

di Carlo Bottino - 12 novembre 2013
F

Tutte le novità in materia di srl e start up innovative

La legge 9 agosto 2013, n.99, di conversione del D.L. 28 giugno 2013, n.76 (c.d. “Decreto lavoro”) è intervenuta in tema di società a responsabilità limitata eliminando la Srl a capitale ridotto (Srlcr). La disciplina delle start up innovative, invece, è una disciplina di favore (consistente in benefici fiscali, societari, lavoristici e finanziari) applicabile a qualsiasi tipo di società a condizione che queste ultime rispettino i requisiti di cui al comma 1 dell’art.25 della L. 179/2012.

di Nicla Corvacchiola - 7 novembre 2013
F

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 »