Irap 2016: tutte le deduzioni utili

di Luigi Piscitelli - 1 luglio 2016

Irap più leggera grazie alle deduzioni. La legge si stabilità 2015 ha infatti introdotto la possibilità di dedurre integralmente dalla base imponibile il costo sostenuto per il lavoro dipendente a tempo indeterminato. Un focus realizzato dal centro studi dell’Associazione nazionale dei Consulenti del lavoro fa il punto della situazione.

 

DEDUZIONE DI TUTTO IL COSTO PER LAVORATORI A TEMPO INDETERMINATO

La legge n. 190/2014 ha apportato alcune modifiche alla disciplina dell’Irap (a far data dal 2015), introducendo appunto la possibilità di dedurre integralmente dalla base imponibile Irap il costo sostenuto per il lavoro dipendente a tempo indeterminato (eccedente le deduzioni spettanti per il cuneo fiscale). L’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 22-E del 9 giugno 2015 ha chiarito alcuni punti in materia:

  1. le public utilities, escluse per legge dalle deduzioni sul cuneo fiscale, possono beneficiare, ai fini Irap, della deducibilità integrale del costo del lavoro sostenuto in relazione al personale impiegato a tempo indeterminato;
  2. i contratti a termine sono esclusi dal beneficio;
  3. le imprese che utilizzano i contratti di somministrazione lavoro possono dedurre il costo del lavoro dalla base imponibile Irap solo se il rapporto contrattuale tra Agenzia per il lavoro (somministratrice) e dipendente sia a tempo indeterminato, a prescindere dal tipo di contratto commerciale intercorrente tra impresa e Agenzia per il lavoro (che può essere a termine oppure a tempo indeterminato;
  4. le quote di Tfr maturate a partire dall’esercizio 2015 rientrano a pieno titolo nella determinazione delle spese deducibili per il personale dipendente, trattandosi di costi sostenuti a fronte di debiti certi a carico del datore di lavoro. I fondi accantonati dal 2015 per oneri futuri connessi a spese per il personale rilevano al verificarsi dell’evento che ha costituito il presupposto dello stanziamento in bilancio. I fondi accantonati in anni precedenti all’entrata in vigore delle nuove regole rientrano nel calcolo del costo del personale deducibile in sede di utilizzo (nel caso in cui tali fondi abbiano generato Irap deducibile sarà necessario recuperare l’imposta dedotta mediante rilevazione di un componente positivo di reddito ai sensi dell’art. 88 Tuir);
  5. i costi sostenuti in relazione al distacco del personale con contratto a tempo indeterminato sono deducibili dalla base imponibile Irap dell’impresa distaccante, con conseguente rilevanza degli importi spettanti, a titolo di rimborso, delle spese per essi sostenute.

La deducibilità del 70% del costo per i lavoratori stagionali prevista dalla legge di stabilità 2016 (art. 1, comma 73, L. n. 28 dicembre 2015, n. 208) si applica invece per il periodo d’imposta 2016 e quindi rileverà nella dichiarazione Irap 2017.

 

DEDUZIONE PER INCREMENO OCCUPAZIONALE

La deduzione per l’incremento occupazionale (art. 1, comma 132, L. n. 147/2013) compete a condizione che vengano effettuate nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Nello specifico, occorre che alla fine del periodo d’imposta in cui sono effettuate le nuove assunzioni risulti incrementato il numero dei lavoratori in forza con contratto a tempo indeterminato rispetto al numero medio dei lavoratori con medesimo contratto relativo al periodo d’imposta precedente e spetta per il periodo d’imposta in cui è avvenuta l’assunzione con contratto a tempo indeterminato e per i 2 successivi.

La deduzione decade se nei periodi d’imposta successivi a quello in cui è avvenuta l’assunzione, il numero dei lavoratori dipendenti risulta inferiore o pari al numero complessivo dei lavoratori dipendenti mediamente occupati nel periodo d’imposta di assunzione.

Spetta in misura pari al costo sostenuto nell’anno per il dipendente neoassunto (per un valore massimo di 15.000 euro per ciascun nuovo dipendente) nel limite dell’incremento complessivo del costo del personale.

 

Per approfondire: leggi la guida “Irap 2016: focus su alcune deduzioni utili per la determinazione della base imponibile per il 2015”.

 

Luigi Piscitelli

@L_Piscitelli

prev
next

0 Commenti :

Commento

Captcha