Ungdcec: finalmente un provvedimento a favore dei giovani commercialisti

di La Redazione - 27 ottobre 2014

L'Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili plaude all'iniziativa del Consiglio Nazionale che con la delibera del 2 ottobre 2014, diffusa con l'informativa 23/2014 del 24 ottobre 2014, ha dimezzato la quota del contributo annuale dovuto dai giovani iscritti all'albo.

A seguito del provvedimento menzionato il contributo annuale di cui all'art. 12, lett. q), D.Lgs. 139/2005 sarà pari a:

  • 65,00 euro per gli iscritti di età inferiore ai 36 anni alla data del 31 dicembre 2014;
  • 130,00 euro per tutti gli altri iscritti (comprese le Società tra professionisti).

Sul presupposto che sono i singoli Ordini locali delegati alla riscossione in capo agli associati e cha di tale contributo, di norma, viene richiesto il pagamento contestualmente alla quota annuale di cui all'art. 12, lett. p), D.Lgs. 139/2005 (quota di iscrizione annuale all'Ordine locale di appartenenza), si auspica che tale riduzione trovi almeno pari accoglimento a livello periferico.

Questa agevolazione era stata più volte caldeggiata dalla nostra Associazione, ritenendo doveroso un intervento da parte del Consiglio Nazionale che agevolasse lo svolgimento della professione tra i più giovani colleghi, che, nonostante percepiscano statisticamente redditi molto inferiori a quelli dei professionisti più anziani, ad oggi risultano discriminati sia nella formazione professionale (si pensi all'esonero ormai anacronistico in un contesto dinamico come quello attuale per gli iscritti di età superiore a 65 anni) che dal punto di vista previdenziale (con l'abolizione del metodo retributivo, e l’adozione del metodo contributivo).

Se l'azione di riduzione del contributo di iscrizione non può che essere apprezzata, si invita il Consiglio Nazionale a vigilare maggiormente sulla determinazione dell'ammontare delle quote di iscrizione ai singoli Ordini locali: sul territorio italiano si assiste ad una differenziazione molto sensibile da provincia a provincia e non si comprende in molti casi come Ordini di pari dimensione per numero di iscritti necessitino di quote molto più esose rispetto alla media.

L'Unione continuerà a vigilare ed a proporre iniziative di sensibilizzazione in tal senso.


Leggi l'articolo su MySolution Post "Contributo al Cndcec: conta l'età".

prev
next

0 Commenti :

Commento

Captcha