Informati e promuoviti con Scoop.it

di Carlo Mazzocco - 12 settembre 2013

Le necessità informative di un libero professionista sono molteplici e in continua evoluzione: è molto difficile riuscire a “tenere il passo” con tutte le novità in termini di normative, adempimenti, nuove scadenze, ecc.

Alla fine di una dura giornata di lavoro non è semplice riuscire ad avere a portata di mano le ultime notizie, se non consultando un ampio numero di fonti.

I feed RSS sono pressoché morti con la chiusura di Google Reader (anche se l’ottimo Feedly rappresenta un degno sostituto) e utilizzare la vecchia barra dei Preferiti per poter consultare i siti di interesse è ormai un metodo di aggiornamento informativo alquanto scomodo.

Perché invece non sfruttare “l’intelligenza collettiva” della Rete (ovvero i contributi di altre persone con i tuoi stessi interessi) per restare informato mediante una singola fonte che funga da hub di raccolta? Ma non è tutto: potrai utilizzare lo stesso strumento anche per condividere notizie interessanti lette nel corso della giornata, alimentando il flusso informativo complessivo ed emergendo come punto di riferimento per altri lettori interessati alle tue stesse tematiche.

È più semplice di quanto possa sembrare di primo acchito: per poter fare quanto detto sopra ti consiglio di iscriverti e utilizzare con costanza Scoop.it.

Scoop.it è un’innovativa piattaforma di content curation, che ti dà la possibilità di consultare, raccogliere e condividere online materiali rilevanti per il tuo ambito di attività.

All’atto dell’iscrizione dovrai creare un tuo profilo personale e, subito dopo, potrai partire alla creazione di uno o più “canali”. Il tuo canale contiene informazioni e notizie su una tematica che avrai deciso in precedenza, la quale può essere generale oppure ben specifica. Facciamo un esempio.

Come Dottore Commercialista potresti essere interessato a condividere notizie di interesse generale per la categoria, oppure solamente specifiche sui contenziosi tributari. Potrai dunque creare due canali differenti per inserire notizie più o meno settoriali: il primo potrebbe intitolarsi “Le ultime notizie per il Commercialista” mentre il secondo “Tutto sui contenziosi tributari”.

Molto utile è la possibilità di pubblicare nuovi contenuti direttamente tramite un’estensione per tutti i maggiori browser (qui trovi quella per Google Chrome) in modo da alimentare il tuo canale con pochissimi clic, subito dopo aver letto un articolo interessante. Non da sottovalutare la possibilità di condividere la notizia anche nei tuoi profili social (Facebook, Twitter, Linkedin ed altri) spuntando le relative caselle di controllo.

Oltre a pubblicare contenuti sarai, ovviamente, interessato a leggere quelli postati da altri. Nessun problema: un utile barra di ricerca, sulla falsariga di Google Instant, ti permette di leggere i suggerimenti dei migliori canali esistenti relativi alla tua ricerca.

Per maggiori informazioni sulle modalità di utilizzo dello strumento ti consiglio di leggere anche questo interessante articolo.

Se lo strumento ti sembra interessante, ti indico anche due canali da seguire come inizio:

Carlo Mazzocco

@CarloMazzocco

0 Commenti :

Commento

Captcha