L’Italia dà il meglio di sé solo nell’emergenza

di Beniamino Piccone - 10 febbraio 2014

Il 24 e il 25 maggio prossimo andremo a votare per il rinnovo del Parlamento Europeo. Pochi sanno come funziona l'Unione Europea, qual e l'"impetus" dell'Europa, ossia il Consiglio Europeo, quali sono le funzioni della Commissione Europea.

Proprio perchè è meglio sapere e votare di conseguenza in modo consapevole, qualche settimana fa sono stato invitato a parlare alla Professional Women Association a Milano, la cui presidente - Monica Pesce - è una donna attivissima, sempre in aereo, con una forte determinazione e un notevole commitment. Il pubblico era esclusivamente e rigorosamente tutto femminile. Wow.

Molti osservatori dimenticano che l'Unione Europa è un fortissimo incentivo a evitare guerre fratricide all'interno del territorio europeo. Ci si dimentica che nel 1944 i tedeschi sono entrati a Parigi vittoriosi. Che migliaia di giovani di tutte le nazioni sono morti in Guerra. Ha quindi tutte le ragioni del mondo Padoa-Schioppa (TPS) nel descrivere l'Europa come una forza gentile (Europa, forza gentile, il Mulino, 2001).
 

Italia _piccone 1


TPS definì l'Europa, la sua missione, una "forza gentile", in opposizione alla "forza bruta" degli eserciti che nei secoli l'avevano messa a ferro e fuoco. Gentile ha sinonimi positivi quali di stirpe nobile, magnanimo, sagace, civilmente progredito, virtuoso, elegante.

Credo che Padoa-Schioppa abbia definito meravigliosamente la svogliatezza dell'Italia nel fare ciò che tutti le chiedono - queste benedette riforme strutturali - ma nello stesso tempo ha la capacità di accelerare: "Italy is like a cyclist who is capable of extraordinary sprints to catch up with the group, but incapable of taking the lead or breaking away. It seems that only the anguish of lagging behind and the nightmare of being excluded enable us to summon up the energy and the will to do our best".

Il rischio per l'Italia è la compiacenza. Pensare che "tutto va bene, madama la marchesa", "che tutti si aggiusti" come d'incanto. Invece l'Italia deve essere continuamente messa sotto pressione, come fa il presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy, affinchè porti a casa i risultati. Diamo il meglio di noi solo nell'emergenza. Come scrisse Mario Monti sul Financial Times il 21 giugno 2011, "Excessive deference led to excessive deficit". Si riferiva alla Grecia ma vale anche per noi che abbiamo accumulato, deficit su deficit, un rapporto debito/pil superiore al 130%.
 

Italia _piccone2


Tutta l'Europa, ma l'Italia in particolare, è indietro sugli obiettivi fissati illo tempore - nel 2000 - al Consiglio Europeo di Lisbona. Questi obiettivi, sull'occupazione, sul tasso di partecipazione femminile, sulla riduzione della povertà, sono stati mancati terribilmente. Per cui ora l'Unione Europea si è data nuovi obiettivi, sintetizzati nell'espressione Horizon Europe 2020. Ogni Paese deve ogni anno presentare il proprio programma (National Reform Program, NRP) per la crescita e il lavoro, che viene passato al vaglio degli uffici di Bruxelles. In passato è mancato il monitoraggio e l'enforcement. Vediamo se da qui al 2020 le cose cambieranno. Noi italiani siamo dei bradipi, ma la sensazione è che ci sia la consapevolezza che dobbiamo uscire dal letargo.

Italia _piccone3

Successivamente mi sono soffermato sul bilancio dell'Unione Europea, dove purtroppo la politica comune europea ha ancora - pur se calante - un peso eccessivo, nell'intorno del 35%.

Sull’inefficienza dalla Politica Agricola Europea tornano ancora utili le parole di Paolo Baffi; Governatore di Banca d’Italia dal 1975 al 1979: “Nel settore agricolo, il Mercato comune, in luogo della concorrenza, ha instaurato un pesante apparato protezionistico che si distingue per l’entità dello distorsioni produttive ed uno spreco di mezzi finanziari in cui alligna la frode”.

Il pubblico femminile sembra apprezzare. Un po' di domande e risposte e la serata si chiude. I miei ragazzi sono già a letto, mi spiace non averli potuti salutare, ma sono decisamente soddisfatto.

In calce indico per vostra informazione alcuni website utili:

Parlamento europeo

Consiglio Europeo

Commissione Europea

Commissione Europea, rappresentanza in Italia

Horizon 2020

Professional Women Association


Beniamino Piccone

@beniapiccone


0 Commenti :

Commento

Captcha

BENIAMINO PICCONE

/media/4982327/piccone.png
STORIA ECONOMICA
Account twitter Account LinkedIn Feed RSS

Private banker presso Nextam Partners SGR. Economista e docente universitario alla’Università Carlo Cattaneo – LIUC dove insegna Sistema Finanziario. È un cultore della storia della Banca d’Italia. Ha curato – sempre con l’editore Aragno il volume Paolo Baffi, Parola di Governatore (2013) e Anni del disincanto. Carteggio 1967-1981 (2014). Collaboratore di Repubblica. È animatore dell’apprezzato blog di economia, finanza e spirito civico Faust e il Governatore.

Economia
Il Censis certifica le disparità intergenerazionali
16 gennaio 2017
Economia
Lo schiaffo dei giovani al referendum un segnale per i prossimi governi: basta sussidi ai pensionati agiati
19 dicembre 2016
Economia
Nella pubblica amministrazione si premia la presenza. E la produttività?
13 dicembre 2016

ARCHIVIO