CRISI D’IMPRESA E RIFLESSI CONCORSUALI

Funzioni e compiti del commissario giudiziale nel c.d. pre-concordato

In molti capoluoghi d'Italia, prima dell'entrata in vigore del "Decreto del fare", veniva nominato un consulente tecnico a supporto del Tribunale per valutare dal punto di vista strettamente tecnico le istanze ex art. 161, comma 6, L.F. A seguito della modifica alla norma menzionata, il Tribunale potrà decidere se nominare il commissario giudiziale.

di Giovanni Rubin - 12 febbraio 2014

Concordato Preventivo e Decreto del Fare: guida alla riforma contro gli abusi dell'istituto

Con l’espressa finalità di comprimere gli abusi legati all’istituto del concordato preventivo, l’art. 77 del D.L. 21 giugno 2013, n. 69, c.d “Decreto del Fare”, modifica sensibilmente il testo dell’art. 161 L.F. e con esso la disciplina del pre-concordato. Le modifiche possono essere distinte in tre diverse aree d’intervento: obblighi documentali, maggiore vigilanza, obblighi informativi.

di Giovanni Rubin - 24 giugno 2013

Transazione fiscale: requisiti di accesso e modalità di estinzione del debito

La disciplina delle procedure concorsuali è stata profondamente innovata dal D.Lgs. n. 5/2006. In particolare, c'è stato un rafforzamento degli strumenti del concordato preventivo e dell'accordo di ristrutturazione dei debiti.

di Giovanni Rubin - 14 giugno 2013

I modelli predittivi della crisi d'impresa e lo Z score di Altman

Prevedere la crisi d'impresa, ecco alcuni metodi qualitativi e quantitativi per individuare preventivamente i primi sintomi di uno stato di difficoltà e consentire agli stakeholders di agire preventivamente.

di Giovanni Rubin - 10 giugno 2013

« 1 »

GIOVANNI RUBIN

/media/5266292/rubin.png
FALLIMENTO
Account twitter Account LinkedIn Feed RSS
CRISI D’IMPRESA E RIFLESSI CONCORSUALI

Laureato in economia aziendale all'Università Ca' Foscari di Venezia, è dottore commercialista e revisore legale dei conti.
Specializzato in risoluzione della crisi d'impresa e nella gestione di procedure concorsuali, svolge con continuità l'attività di curatore fallimentare e consulente tecnico presso il Tribunale di Venezia.
E' presidente dell'Unione Giovani Dottori Commerciallisti ed Esperti Contabili di Venezia.

ARCHIVIO