Un Piano Strategico per il futuro della Puglia turistica

di Morena Ragone - 2 maggio 2016 - Google +

È un progetto molto ambizioso quello che è partito in Puglia solo qualche settimana fa: redigere, bottom up, dal basso un Piano Strategico per il Turismo 2016-2025.

Dieci anni di programmazione per una visione a lungo termine, che vedrà coinvolti tutti gli attori del territorio, ma con il quid pluris di mettere insieme esperti e semplici cittadini.

La presentazione, lo scorso 22 marzo, ha visto l’introduzione dell’idea complessiva da parte di Paolo Verri, Commissario Straordinario di Puglia Promozione, Luca Scandale, coordinatore di Puglia365 - è il nome dato al Piano Strategico - e l’Assessore competente Loredana Capone a capitanare l’inizio di un vero e proprio tour.

E non potrebbe essere diversamente - ve lo immaginate un piano strategico stanziale? redatto a tavolino? - in quanto la Regione ha scelto un progetto che è un vero e proprio viaggio attraverso la Puglia e le sue differenze, da nord a sud e da sud a nord, alla ricerca/raccolta di idee, persone, competenze.

La scelta è stata quella di suddividere l’argomento in sei tavoli di lavoro tematici: infrastrutture, prodotto, formazione, promozione, accoglienza, innovazione, fissando per ciascun tavolo tre diversi appuntamenti, che si snoderanno - sono già iniziati - tra aprile e giugno:

  • un primo appuntamento, più marcatamente “destruens”, finalizzato a far luce soprattutto su criticità e punti deboli del settore;
  • un secondo incontro di progettazione e ideazione - parte “costruens”, per sviscerare idee e ipotesi di lavoro;
  • un terzo incontro dedicato alla scrittura delle idee/proposte.

L’iniziativa sta riscuotendo grande interesse, probabilmente anche per la formula partecipativa, che vede la possibilità di avanzare proposte da parte di chiunque sia “portatore di interesse”, anche singolo.

Ma la partecipazione è anche lato Amministrazione, dal momento che la redazione del Piano vede coinvolti più settori regionali - le Sezioni Cultura, Turismo, Agricoltura, Internazionalizzazione - e anche questo è un elemento di novità.

Chiaramente, non manca la parte social - Viaggiare in Puglia ha una grande tradizione in merito, e non si smentisce neanche in questo caso -: seguendo l’hashtag #puglia365 o lo streaming dell’evento disponibile sul sito dedicato www.puglia365.it, chiunque, anche da fuori regione, potrà partecipare e portare proposte, interrogativi, best practice, qualsiasi spunto di riflessione e costruzione.

Partiamo da un punto molto avanzato per il lavoro svolto in questi anni - sono parole dell’Assessore Capone - so che ci sono molte aspettative e che gli operatori sono pronti per la nuova stagione: noi dobbiamo fare di più e meglio, coinvolgendo tutti e rilanciando l’azione sull’industria culturale e turistica. L’obiettivo è quello di aiutare tutti i territori pugliesi a organizzarsi per un turismo che duri tutto l’anno”.

La Puglia non più solo come meta, quindi, ma come modello: un modello di cambiamento che sappia integrare le forse a propria disposizione, nell’ottica del miglioramento dei servizi, della destagionalizzazione, della sempre maggiore qualità dell’offerta.

Tutti obiettivi realizzabili: ancor di più, se ci si muove insieme costruendo un unico grande progetto, come in questo caso.

 

Morena Ragone

@morenaragone


0 Commenti :

Commento

Captcha

MORENA RAGONE

/media/8293940/morena-ragone-55x55.jpg
SOCIAL MEDIA E TECNOLOGIA
Account twitter Account LinkedIn Feed RSS

Giurista, dottoranda di ricerca presso l’Università di Foggia, ha esercitato come avvocato per molti anni. Studiosa di diritto di Internet e delle nuove tecnologie, diritto d’autore, informatica giuridica, eGovernment, Open Govenment e Open data, ha approfondito le problematiche giuridiche connesse alla rete e ai nuovi media ed alla tutela e al trattamento dei dati personali. E’ docente e relatrice in convegni di settore e formatrice per la pubblica amministrazione ed il settore privato. Pubblica articoli di approfondimento sui quotidiani giuridici online Altalex e LeggiOggi, su ForumPA, Pionero e MySolutionPost. E’ co-fondatrice dell’Associazione Wikitalia e tra i promotori degli Stati Generali dell’Innovazione, della quale è anche membro del Direttivo. E’ componente del Comitato degli Esperti in Innovazione di OMAT360, membro del Comitato Scientifico della Scuola per giovani amministratori YPBPR - Youth Politician’ Best Practice - e della collana di ebook “Cambiamo Modello” di SGI/Garamond, nonchè componente del comitato di redazione delle riviste “Documento Digitale” e “eCloud”. E’ consulente giuridico per Stati Generali dell’Innovazione e IWA Italy. Attualmente lavora come responsabile di Azione del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale presso la Regione Puglia.

Impresa
Foia, tra pochi giorni si parte
14 dicembre 2016
Impresa
Diritti di privativa e apertura: in quale mondo viviamo?
1 novembre 2016
Impresa
Una riforma per la riforma: CAD che pasticcio!
1 novembre 2016

ARCHIVIO